FdP - Finestre di Pietra

Distanza: 37 km
Dislivello: 1900 m D+
Terreno: misto, sentieri, sterrate
Difficoltà: media
I primi 20km ripercorreremo fedelmente il percorso delle PdP. Affrontiamo la prima collina su traciato parzialmente asfaltato, poi raggiugiamo un guado in localita Arborelle dove inizia la seconda collina. Saliamo su ampio sentiero per circa 150m D+, per poi precipitare sulla passerella di Pertuso. Attraversato il ponte di legno (simbolo della manifestazione) inizia la salita più dura di tutta la gara, è un sentiero stretto e molto ripido che non molla un'attimmo, se consideriamo il fatto che lo si percorre alla luce della propria frontale......diventa davvero impegnativo. Dalla croce degli Alpini al Poggio rimaniamo su single treck, con percorso molto ondulato e nervoso, ma ormai la salita è alle spalle. Gli ultimi chilometri che ci separano da Roccaforte sono su carrareccia, molto larga e corribile. Dal Cimitero di Roccaforte scendiamo su asfalto per 2km con qualche “taglione prativo”, poi con una piccola scorciatoia raggiungiamo la chiesetta di Borassi, ancora 200m di asfalto poi prendiamo una deviazione a SX in salita. L’asfalto diventa carrareccia in salita nel bosco, la pendenza si fa più impegnativa fino ad arrivare su un terrazzino erboso, siamo a 4,6km da Roccaforte. Imbocchiamo il single track in salita a DX che in breve ci porta sulla cima Bric delle Camere (1018m). Continuamo in discesa a SX su un sentierino sconnesso che con un paio di risalite ci porta a Caprieto (838m). In mezzo al paese giriamo a SX, ancora una rampetta, poi facilmente raggiungiamo l’asfalto di Costa Salata, 2° punto acqua e controllo cronometrico. Dopo il rifornimento proseguiamo ancora per circa 2km sul tracciato delle PdP, si tratta di single treck tra prati e boschi. Dobbiamo abbandonare il percorso delle PdP il bivio non è evidentissimo, ma gli Orsi sono presenti all'incrocio quindi non potremo sbagliare!! Il sentiero si trasforma in carrareccia e inizia un continuo "monta-cala" che dura qualche chilometro, poi all'improvviso si svolta a SX su un ripido sentierino per raggiungere la cima del M.te Bossola 1137m (cima coppi). Sciogliere le briglie....fino a Rovello solo discesa!!! alcuni tratti sono un pò tecnici, ma durano poco. Abbandoniamo l'ultimo ristoro per affrontare l'ultima rampetta, poi tra boschi e prati iniziamo a scendere verso Rocchetta, la discesa è bella e non presenta difficoltà, sarà premiato che avrà risparmiato le energie per correre velocemente questo tratto. Ecco Rocchetta, la attraversiamo toccando uno dei pochi tratti asfaltati del percorso.....ma non siamo ancora arrivati, Gli Orsi ci faranno guadare il Borbera e poi costeggiandolo sul grato sassoso raggiungeremo l'agoniata meta di Cantalupo Ligure.